Log In | Register

    My Cart

    • No products in the cart.

Patrick Ansovini: differenza fra fisioterapia e osteopatia


 

Patrick Ansovini, fisioterapista e osteopata italiano a Shanghai

Email: ansovinipatrick77@gmail.com

 

Con questo articolo cerchero’ di chiarire la distinzione tra Fisioterapia e Osteopatia che per molti rimane ancora sconosciuta  in quanto la conoscenza di quest’ultima nonostante sia ampiamente diffusa nei paesi occidentali non e’ ben definita per chi non e’ implicato nel campo medico o per chi non ha mai avuto esperienza del trattamento osteopatico. Un punto che vorrei chiarire immediatamente e’ quello che l’osteopatia non e’ da confondere con la terapia chiropratica (per chi non la conoscesse e’ implicata solo nella manipolazione vertebrale).

La prima cosa da sottolineare e’ che la fisioterapia si effettua dopo lesioni traumatiche (frattura dell’osso, rottura dei legamenti o tendini), per ripristinare la corretta funzione muscolare, e’ indicata dopo interventi chirurgici di ortopedia, patologie croniche, protesi, tendiniti, malformazioni congenite ovvero in tutti quei casi dove la riabilitazione prevede tempi di recupero a lungo termine con sessioni giornaliere o frequenti. L’osteopatia e’ invece un trattamento medico il quale non si effettua giornalmente o a distanza di pochi giorni, e’ una medicina che si avvale di tecniche manuali che oltre a trattare problemi di natura ortopedica (mal di schiena, dolori muscolari, tendiniti, distorsioni) e’ indicato anche nei casi in cui la persona soffra di emicranie, problemi di digestione o urinari, stress, insonnia, attacchi di panico, amenorrea.

L’approccio nel diagnosticare il problema tra queste due discipline e’ completamente differente: la Fisioterapia si focalizza sull’articolazione o area nella quale il paziente riferisce il dolore o il disagio e di conseguenza il terapeuta pone le domande alla persona relative alla zona del dolore; mentre l’osteopatia ha un approccio globale sul paziente; nel senso che le domande poste saranno non solo riferite alla zona del dolore ma si terra’ in considerazione tutta la storia clinica del paziente fino al momento dell’incontro  con l’osteopata.

Un’altra differenza e’ nelle tecniche che queste due discipline utilizzano per ripristinare la funzione completa dell’aerea affetta, la fisioterapia oltre al massaggio sui tessuti superficiali e profondi, stretching ed esercizi attivi o passivi fa’ un uso frequente di strumenti come l’ultrasuono, laser i quali hanno un’azione anti-infiammatoria sui tessuti profondi e terapia elettrica come elettrostimolazione (rinforzo del muscolo) o ionoforesi (per diminuire il dolore). L’osteopatia si basa invece sui principi fisiologici del corpo i quali dopo aver ricevuto l’input durante il trattamento attraverso tecniche manuali sono in grado di ripristinare la normale funzione di una o piu’ zone affette dal dolore o dal disagio che il paziente ha durante determinati movimenti e non solo. Le tecniche si differenziano tra articolari, muscolari, viscerali e cranio – sacrale; durante il trattamento l’osteopata decidera’ quali tecniche usare in base al problema riferito, alla storia clinica, e alla risposta del corpo dopo aver effettuato dei test di diagnosi manuale.

 

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.