Archishanghai: THE BLACK BOX – NHDRO


 

In una Shanghai in continua e rapida trasformazione, alla scoperta di curiosi esperimenti urbani ed imprevedibili mutazioni “archi-genetiche”.

A cura di RonnieB

 

Si chiama “The black box” il progetto ideato in pieno centro città dallo studio NHDRO, firma in forte ascesa nel panorama dell’architettura contemporanea cinese. Simbolicamente riferito al dispositivo utilizzato in aereonautica, l’edificio si propone come un incubatore di idee e sperimentazioni. Un contenitore appunto, per millecinquecento metri quadrati che parlano di innovazione e creatività. A cominciare dal piano terra dove trova spazio “Design Republic”, showroom dedicato alla produzione e diffusione di componenti d’arredo d’autore; passando attraverso cinque livelli che ospitano le firme internazionali del design, oltre alla sede dello stesso studio Nhdro situato negli ultimi due piani dell’edificio, straordinariamente connessi al loro interno tramite aperture verticali e passerelle sospese.

Marcato dal colore caldo del rivestimento in legno di quercia verniciato, il piano terra crea un insolito fronte stradale del quale diviene quasi un’estensione, invitando ad entrare nell’edificio. In forte contrasto i quattro piani superiori, rifiniti ad intonaco nero, svettano fieri sui tenui colori del vicinato. Ad ammorbidirne i caratteri, le grandi aperture quadrate che si affacciano sulla strada fendono la scura superficie lasciando intravedere l’interno; così la scatola si apre facendo fuoriuscire la materia creativa che contiene; contamina e si contamina, assorbe informazioni, le rielabora e le restituisce nelle forme del design e dell’architettura.

 

 

Leave a Comment