Cliniche ed ospedali a Shanghai. Lo stato dell’Arte – Capitolo 1


A cura di Eleonora Pallavicino, editor per Pacific Prime

 

L’apertura di un nuovo ospedale perfetto per gli expats a Pudong

 

Expats, expatriates, espatriati….parole che suonano sempre un po’ strane, tra l’esotico, lo snob e l’avventuroso.

C’è chi ci si identifica, poiché non si sente mai a casa via dall’Italia, c’è chi le detesta perché ha vissuto a Shanghai talmente tanto che ormai si sente mezzo Shanghainese e mezzo Italiano, c’è chi non le ama perché non vuole sentirsi diverso, con quel tanto di goffo e di aria da pesce fuor d’acqua che la definizione porta con sé.

Ognuno ha il suo rapporto personale con l’essere/sentirsi expat e con i benefici ed i limiti di questa condizione, come ognuno ha la sua storia personale con Shanghai,  megalopoli fonte di delizie (cultura, mondanità, gastronomia e continua esplorazione) e nel contempo fonte di tormenti (barriera culturale, traffico, mancanza di verde).

Qualunque siano i nostri sentimenti nel sentirci expats e qualunque sia il nostro rapporto con Shanghai, tutti i nodi vengono al pettine quando si parla di sicurezza e di sanità.

Si perché alla fine, volenti o nolenti, espatriati lo siamo comunque, e così lontano da casa, se non stiamo bene o, peggio,  se serie complicazioni mettono a rischio la nostra salute, ciò di cui abbiamo davvero bisogno sono approdi sicuri, strutture con le “istruzioni per l’uso”, protezioni garantite e sicurezze .

Ed entra così in gioco un binomio importantissimo: l’accesso a cure mediche di qualità, e una buona polizza sanitaria in tasca per coprire le spese.

Shanghai offre una vasta gamma di strutture ospedaliere per gli stranieri, pubbliche private, e il loro numero aumenta ogni anno. Vogliamo cercare di tenervi aggiornati raccontandovi sia le novità sia mappando nuovamente le strutture che sono già attive, collaudate,  e note in città da tempo.

Cominciamo oggi da una vera e propria novità.

 

 

Durante l’evento celebrativo per i 20 anni di attività di Shanghai United Family Hospital, che si è svolto alla fine di Aprile, il Management ha annunciato che un nuovo SUFH aprirà presto i battenti a Pudong, in Jinqiao, dove, come è noto,la popolazione expats residente è numericamente molto densa a paragone con quella di altre aree cittadine.

L’apertura al pubblico del nuovo ospedale è prevista per questi primi giorni di giugno, ma i rappresentanti di Pacific Prime hanno potuto visitarla in anteprima e farsi un’idea  delle strutture, dei modernissimi laboratori, e della zona degenze con le sue stanze attrezzate e luminose.

Il CEO di UFH, Roberta Lipson, ha presentato inoltre al pubblico la neonata United Family Health Foundation, un’associazione no profit la cui mission  è  portare aiuto alle famiglie e soprattutto ai bambini che non possono permettersi adeguate cure mediche in Cina. La solidarietà di Pacific Prime, che ha tra i sui core values aziendali proprio la  promozione dell’accesso per tutti ad una sanità di qualità, si è manifestata con un’immediata, entusiasta  sponsorizzazione.

Di quali servizi potrete usufruire nel nuovo ospedale in Jinqiao? Pare esserci tutto quello di cui potreste avere bisogno:

  • Pronto soccorso
  • Farmacia
  • Ostetricia e ginecologia
  • Dentistica
  • Dermatologia
  • Pediatria
  • Medicina generale (medico di base)
  • Chirurgia
  • Medicina Interna
  • Medicina Tradizionale Cinese
  • Ortopedia
  • Otorinolaringoiatria
  • Dermatologia
  • Salute mentale/psicologia
  • Chirurgia Plastica e servizi estetici

Senz’altro da evidenziare è la presenza di un  avanguardistico e “scintillante” reparto maternità  che offre molteplici pacchetti con diversi livelli di esami e cure pre/post natali;  e il reparto di dermatologia e chirurgia estetica che, già attivato da qualche anno al SUFH hospital di Puxi, aveva rappresentato un po’ una novità tra le cliniche internazionali.

L’indirizzo del nuovo Ospedale:

Shanghai United Family Pudong Hospital

Building 1-2, 1598 Xin Jin Qiao Road, Pudong Shanghai

 

 

Vogliamo fare in chiusura un ripassino sulle caratteristiche “pro e contro” circa il settore sanitario pubblico e privato in città.

L’accesso agli ospedali pubblici di Shanghai è garantito per tutti, ma solo i detentori di una carta d’identità cinese possono registrarsi previo appuntamento.

Agli espatriati è invece richiesta la registrazione all’arrivo e solo se dimostrano di avere  i mezzi per pagare il trattamento/ricovero (pagamento anticipato o esibizione dell’assicurazione) sono ammessi alla visita e alle cure.

In generale, gli ospedali pubblici sono affollati, con lunghe attese e visite rapide, e poco focus sulla prevenzione; il problema maggiore  rimane comunque la difficoltà di comunicazione per chi non è disinvolto in Mandarino.

Presso i maggiori ospedali pubblici (Huashan a Fudan ad esempio) è disponibile fortunatamente un reparto cosi detto VIP, con servizi di categoria superiore, contro pagamento di parcelle ovviamente maggiori.

Le cliniche VIP degli ospedali pubblici rappresentano dunque una buona via di mezzo tra il settore pubblico standard e le cliniche private a 5 stelle, anche se la soddisfazione può non essere garantita, ancora e soprattutto  a causa di possibili problemi di comunicazione.

L’insieme di questi fattori spiega perché la maggioranza degli espatriati si rivolga con maggior entusiasmo alle cliniche private internazionali, che garantiscono  staff multilingue, strutture nuove e davvero moderne, ed aree destinate ai ricoveri, come si diceva sopra, all’altezza dei migliori alberghi, con stanze fornite di ogni amenità.

I costi delle visite, degli esami e delle eventuali degenze sono di conseguenza molto alti e qui entra in gioco l’assicurazione medica internazionale, le cui polizze offrono coperture a vasto raggio.

Assicurazione medica? Mai senza!

Per trovare la miglior assicurazione medica a copertura dei vostri bisogni, il modo più semplice è di rivolgersi ad un broker assicurativo, il cui expertise e la cui intermediazione sono completamente gratuiti. I consulenti dell’ufficio Pacific Prime di Shanghai sono in grado di comparare i piani di molteplici assicuratori per aiutarvi nella scelta.

Sono inoltre disponibili a rispondere a qualunque vostro dubbio sulla sanità e le assicurazioni a Shanghai e in Cina

Paolo Bonomi, il tuo contatto in italiano a Pacific Prime

Non esitate a contattare Paolo Bonomi, con cui potete parlare in italiano per qualunque domanda o preventivi, direttamente al telefono: 0086 21 21 2426 6523 o via mail: italiansales@pacificprime.com

 

PACIFIC PRIME a SHANGHAI: 19th Piano, Yunhai Building, 1329 Huaihai Zhong Lu, 200031 Shanghai, Cina. – Tel: 0086-21-24266400

Leave a Comment