Assicuratissimi: Due o tre cose che (forse) non sapete sui consulenti assicurativi


 

Assicuratissimi e’ la rubrica su assicurazioni e sanità a cura di Eleonora Pallavicino, editor per Pacific Prime, il vostro broker assicurativo a Shanghai e in Asia –  

 

Recentemente ho pubblicato online il testo di una promozione sulle assicurazioni sanitarie effettuata a Shanghai dal consulente internazionale indipendente Pacific Prime, presente da anni con i suoi uffici in Cina, e l’interazione con i lettori/possibili clienti mi ha ricordato che gran parte del pubblico non solo non ha le idee chiare su cosa sia un broker o consulente assicurativo (insurance advisor) di questo genere, ma che sussiste sul soggetto un’estrema diffidenza.

La domanda ricorrente, stimolata dalla mia nota “I servizi di un consulente assicurativo indipendente sono completamente gratuiti” è stata: “ma come è possibile… i consulenti non fanno ciò che fanno proprio per guadagnare?”

Certo, quello delle assicurazioni è prima di tutto un business, ma la parola chiave, quando si parla di brokeraggio assicurativo in questi termini, è INDIPENDENTE.

Un consulente indipendente non richiede nessuna commissione al cliente che è alla ricerca di un’assicurazione medica o di altro genere; il suo guadagno deriva invece dall’Assicuratore, che pagherà al Broker una percentuale dopo la vendita della polizza.

L’indipendenza del broker deriva dal fatto di non rappresentare un solo, unico assicuratore, ma di poter proporre al cliente, aiutandolo nella scelta grazie alla sua esperienza del mercato, un vasto range di polizze e di assicuratori con diverse peculiarità.

L’interesse principale del consulente assicurativo è che il cliente sia informato esattamente sui i pro e i contro di ogni polizza, e che non sussistano ambiguità sulla copertura offerta, sui periodi d’attesa, l’inclusione o meno delle condizioni pre-esistenti etc.

E’ evidente che l’indipendenza del consulente esterno gioca a favore del cliente: quando un venditore lavora invece per una sola compagnia assicurativa non si può permettere di metterne in risalto i lati meno competitivi, mentre l’advisor in oggetto ha la libertà e il dovere di essere chiaro fin nel minimo dettaglio.

Un cliente soddisfatto è un cliente che ritorna e rinnova le sue polizze, e che fa buona pubblicità ai servizi del consulente.

Se mi permettete il paragone, è come trovarsi in una bella boutique pluri-marca, dove il negoziante propone diversi vestiti o accessori ed aiuta l’acquirente a scegliere quello che è più adatto alla sua taglia, al suo stile, alle sue esigenze ed alla sua personalità.

Dunque, in sintesi, quali sono i servizi gratuiti che un broker di assicurazioni mediche internazionali può offrire al suo cliente?

In primo luogo: consigli e preventivi, accesso a dettagliate informazioni circa le diverse polizze e diponibilità a chiarire dubbi e domande.

Poi, se il cliente ritiene di aver trovato il piano che fa per lui e procede all’acquisto, come contraente d’assicurazione potrà continuare a contare sul suo consulente per tutti quei servizi post vendita, sempre gratuiti, che vanno dall’assistenza per le richieste di rimborso, all’eventuale supporto o intermediazione con gli assicuratori – dovessero sorgere questioni di qualunque genere – fino all’aiuto per portare a termine le procedure di rinnovo.

Alcuni brokers ben strutturati possono offrire servizi supplementari come hot line telefoniche per i consigli medici o banche dati on line con informazioni utili (ad esempio liste di ospedali e consolati; informazioni sulle questioni sanitarie ed assicurative in diversi paesi del mondo, ecc.

Ancora due o tre punti vanno presi in considerazione per fugare ogni dubbio sulle funzioni di un consulente assicurativo.

Più un broker internazionale è noto ed affermato, più ha facile accesso ai migliori assicuratori e ai migliori prodotti assicurativi – vale a dire flessibili e completi – che potrà così offrire ai suoi clienti.

Se il broker ha un’estesa struttura aziendale ed eventualmente diversi uffici dislocati nel mondo, gli risulterà più facile offrire consigli personalizzati, comprendere le diverse situazioni locali ed essere informato anche sul mercato locale delle assicurazioni.

Inoltre, dal momento che un consulente assicurativo gestisce grandi numeri, è più facile che sia in grado di offrire al cliente un premio conveniente, o addirittura sconti preferenziali, ribassi che sono invece difficili da ottenere utilizzando altri canali d’acquisto.

Ultimo ma non meno importante, il brokeraggio assicurativo internazionale è strettamente regolato dalle Associazioni di Categoria e dall’etica del bussiness assicurativo, il che comporta una stretta professionalità dei consulenti.

 

Per ulteriori domande, chiarimenti e curiosità potete contattare direttamente i consulenti italiani di Pacific Prime telefonando o scrivendo a:

Gianni Airoldi, al telefono:  +86 21 2426 6538 oppure via email: italiansales@pacificprime.com

Pacific Prime è un intermediario internazionale d’assicurazione di vasta esperienza e l’unico in grado di offrire una consulenza specializzata sul mercato cinese.

Oltre ad aiutarvi nella scelta della miglior copertura sanitaria possibile, selezionando quanto di meglio è disponibile presso i maggiori assicuratori internazionali e locali, gli esperti consulenti di Pacific Prime possono guidarvi anche nella scelta di coperture appropriate per il vostro business, per la casa, per il viaggio e per la persona.

PACIFIC PRIME SHANGHAI: Piano 19, Yunhai Building, 1329 Huaihai Zhong Lu,  200031 Shanghai, Cina.  – Tel: 0086-21-24266400

visitate il nostro sito: www.pacificprime.com

 

Leave a Comment