Le coperture assicurative per la maternità


 

– Rubrica su assicurazioni e sanità a cura di Eleonora Pallavicino, editor per Pacific Prime, il vostro broker assicurativo a Shanghai e in Asia –  

Il presente intervento e’ la seconda parte del capitolo Partorire in Cina, puoi leggere il primo articolo al seguente link

SCARICA IL  MANUALE MATERNITA’ PACIFIC PRIME- VVS  IN ITALIANO 

 

Eccoci nuovamente sul tema sensibile della maternità e delle coperture assicurative.

Questa volta vediamo in dettaglio tutte le dritte per non tralasciare nulla nel momento in cui si pianifica una maternità a Shanghai o in Cina, in modo che sia la mamma sia il neonato abbiano accesso ai migliori trattamenti, nelle migliori strutture.

Chi non è addentro alle meccaniche e al linguaggio assicurativo molto probabilmente può non avere ben presenti i punti chiave di una copertura maternità, ed ignorare che cosa è importante verificare prima di attivare tale assicurazione. 

Partiamo intanto da una domanda di base: cos’è una copertura assicurativa per la maternità?

E’ una copertura opzionale che viene inclusa all’interno di un’assicurazione medica (meglio se internazionale), e che copre di solito i costi degli esami e dei trattamenti pre e post natali, incluso naturalmente il parto vero e proprio, e le cure neonatali di routine.

Se state programmando una maternità e volete scegliere un buon piano assicurativo, tenete sempre a mente di considerare in primo luogo l’esistenza del “periodo di attesa”.

Ogni assicuratore ne ha uno: si tratta del periodo di tempo – di solito dagli 8 ai 12 mesi –  che deve trascorrere prima che la polizza cominci effettivamente a coprire i costi relativi alla gravidanza.

Attenzione però: alcuni assicuratori non coprono comunque la gravidanza se il concepimento è avvenuto entro il periodo di attesa; dunque prestate bene attenzione a come l’assicuratore di vostra scelta definisce il periodo d’attesa e regolatevi di conseguenza. Non è invece possibile attivare una polizza maternità se la gravidanza è già in corso.

E’ buona norma controllare tutti i massimali (tetto massimo di spesa a carico dell’assicurazione) e le eventuali franchigie (costi a carico dell’assicurato) per essere sicure che siano compatibili con i costi dell’ospedale che avete scelto.

Visti i costi vertiginosi dei pacchetti maternità presso gli ospedali internazionali di Shanghai, è meglio essere accurati per evitare brutte sorprese.

Nella stessa ottica “spulciate” – consentitemi il termine – attentamente i testi delle polizze per verificare, punto per punto, tutto ciò che è coperto e ciò che non lo è.

Le voci più importanti possono essere:

Le complicazioni durante la gravidanza e la nascita, ossia quelle situazioni inaspettate che possono insorgere durante i mesi dell’attesa e del parto e che richiedono cure e trattamenti aggiuntivi rispetto ad una maternità standard.

Verificate in questo caso come e se l’assicuratore intende coprire i costi, e se sussistono dei massimali particolari.

Il parto vero e proprio: l’assicurazione dovrebbe coprire i costi del ricovero ospedaliero, delle ostetriche e/o medici, del parto naturale o del parto cesareo effettuato per ragioni mediche e delle cure che seguono immediatamente il parto (ad esempio i punti alla puerpera).

Il parto cesareo generalmente non è coperto, se è volontario (ossia la madre lo sceglie in base alle sue preferenze personali e non è il medico a prescriverlo). Attenzione anche ai casi in cui un cesareo dettato da esigenze mediche può essere conseguenza di precedenti parti cesarei volontari: alcuni assicuratori potrebbero rifiutarne la copertura.

Trattamento neonatale: Al momento della nascita del bambino saranno effettuati degli esami di base per verificare la salute del neonato, alcuni dei quali possono svolgersi anche durante  la settimana successiva alla nascita.

Oltre ai controlli fisici di routine, si considerino anche i test dell’udito, eventuale medicina preventiva, prelievi e analisi, e i primi vaccini.

Controllate tutto quello che rientra nella copertura, l’estensione del periodo relativo alle “cure neonatali” (newborn care), o se viene specificato il numero delle visite neonatali che verranno rimborsate.

Condizioni congenite alla nascita: La copertura di condizioni patologiche o anormalità neonatali può avere costi alti, così come l’eventuale mantenimento per cura o osservazione presso le unità di cura intensiva dei diversi ospedali.

Alcuni assicuratori possono coprire in parte (con limiti di tempo o monetari) o totalmente tali condizioni, altri escluderle dalla copertura.

Fecondazione in vitro (FIV):  pochi piani la coprono, ed è comunque soggetta a restrizioni e periodi di attesa. Non sarà coperta se il bisogno della fecondazione artificiale esisteva già prima che il piano venisse attivato. Se pagherete voi stesse per la FIV, la maternità che segue potrebbe essere inclusa in polizza, ma nuovamente soggetta a limiti e specifiche esclusioni, particolarmente in caso di complicazioni o necessità di trattamenti medici inaspettati. Parti prematuri o multipli a seguito di FIV spesso non risultano coperti.

Limiti di età: sussistono presso molti assicuratori, che non accettano di assicurare per la maternità donne al di sopra dei 44 anni.

Un’ultimo consiglio: se la vostra gravidanza è già in corso e non vi siete premunite in tempo dell’assicurazione medica, cercate però il miglior piano possibile per il futuro neonato.

Infatti una volta chiuso il capitolo parto, è veramente consigliabile che il vostro piccolino abbia una sua assicurazione. Se voi siete già assicurate, la mossa più facile è estendere la vostra copertura al bebé: siate però informate che alcune assicurazioni possono avere il diritto di rifiutare il bambino se questo dovesse avere problemi medici o fisici alla nascita. Controllate la vostra polizza a questo proposito e le clausole specifiche.

E, care signore, se decidete comunque di partorire in Italia e godervi un periodo post partum lontane da Shanghai, non ritardate però l’iscrizione del neonato nella copertura familiare; il bambino, per essere adeguatamente protetto ed usufruire di ogni garanzia deve essere inserito non oltre i 30, 60 giorni dopo la nascita.

 

Certo l’assicurazione maternità può sembrare complessa. Non stressatevi però: se avete ancora dei dubbi potete consultare gratuitamente i consulenti di italiani di Pacific Prime, scrivendo o telefonando a:

Gianni Airoldi, al telefono:  +86 21 2426 6538 oppure via email: italiansales@pacificprime.com

Pacific Prime è un intermediario internazionale d’assicurazione di vasta esperienza e l’unico in grado di offrire una consulenza specializzata sul mercato cinese.

Oltre ad aiutarvi nella scelta della miglior copertura sanitaria possibile, selezionando quanto di meglio è disponibile presso i maggiori assicuratori internazionali e locali, gli esperti consulenti di Pacific Prime possono guidarvi anche nella scelta di coperture appropriate per il vostro business, per la casa, per il viaggio e per la persona.

PACIFIC PRIME SHANGHAI: Piano 19, Yunhai Building, 1329 Huaihai Zhong Lu,  200031 Shanghai, Cina.  – Tel: 0086-21-24266400

visitate il nostro sito: www.pacificprime.com

 

Leave a Comment