I dolcificanti naturali: perché e come sostituire lo zucchero


 

Cuc-Chiara, il blog di salute e benessere di Chiara Squinzi

Lo zucchero bianco o saccarosio è una polvere bianca estratta ottenuta dalla chemicalizzazione della canna da zucchero; per esser bianco come lo conosciamo subisce un’enormità di processi inclusi trattamenti con la calce, l’anidride carbonica, l’acido solforoso, il carbone animale e coloranti chimici (alcuni dei quali derivanti da catrame e cancerogeni). Ogni volta che lo consumiamo, ingeriamo, quindi, anche tutte queste tossine.

Altri problemi concernenti il consumo dello zucchero sono:

stimolazione a picchi del sistema nervoso e del metabolismo, che portano a delle ricadute vertiginose con conseguenti stati di irritabilità;

creazione di una forma di dipendenza data dal picco di glicemia nel sangue conseguente al velocissimo assorbimento dello zucchero stesso;

il continuo lavoro del pancreas che deve immette insulina nel sangue per riportare il glucosio a livelli normali, creando così la “crisi ipoglicemia” caratterizzata dalla messa in circolo, da parte dell’organismo, tra gli altri, di ormoni inclusa l’adrenalina (l’ormone dell’aggressività e della difesa);

per essere assimilato, lo zucchero “ruba” al nostro corpo vitamine e sali minerali importanti come il calcio con conseguenze pesanti sulle ossa e sui denti;

– la produzione di gas, di tensione addominale, di alterazione della flora batterica, e di altri problemi di digestione;

distruzione delle vitamine del gruppo B.

 

Le alternative allo zucchero percorrono due strade completamente opposte, i dolcificanti sintetici /semi-sintetici e quelli naturali.

Del primo gruppo, troviamo l’aspartame, l’acesulfame K, i ciclammati e la saccarina, questi sono quasi tutti nocivi, addirittura cancerogeni; io consiglio vivamente di cominciare a eliminarli dalle nostre diete; questi sono presenti in tutte le bibite ‘diet’ o ‘zero’, le bustine di equal / splenda / sweet ‘n low / dietor, la maggior parte degli yogurt e i pasti sostitutivi creati per diete, e le gomme da masticare o le caramelle senza zucchero.

I dolcificanti naturali sono invece quelli che si trovano come tali in natura e che forniscono a nostro organismo validi nutrienti; ce ne sono moltissimi, e qui a Shanghai è abbastanza facile trovarli nei vari supermercati locali e di merce importata; i miei preferiti sono:

– il miele, la mia scelta più frequente, è adatto per dolci crudisti e per dolci da forno (in questo caso, abbassate la temperatura di 20 gradi rispetto alla ricetta originale altrimenti si caramellizza); prestate attenzione al miele finto cinese; scegliete sempre marche importate o se locali, chiedete aiuto a qualche amico o collega di qui.

– la stevia, in assoluto la mia scelta preferita; è una polvere di foglie secche, per cui deve essere VERDE (se bianca, è altamente processata). Non scoglie molto bene in liquidi e ha un forte retrogusto di liquirizia se usata in grandi quantità, ma il suo potere dolcificante è talmente alto che ne basta veramente pochissima, una puntina di cucchiaino per il caffè. Potete trovare le foglie nei mercati o negozi del tè oppure da Sprout Lifestyle in Surpass Court nella concessione francese, ne abbiamo due tipi già in polvere, una è una marca organica.

– lo sciroppo di riso, ottenuto dalla germinazione del cereale, mi piace molto perché contiene amminoacidi, potassio, sodio e magnesio; ha un gusto molto delicato e piuttosto neutrale. Al negozio noi abbiamo una marca coreana molto buona creata da riso integrale, si chiama brown rice syrup. Io lo uso spesso per fare i biscotti senza burro, aiuta a mantenerne la morbidezza.

– lo sciroppo d’acero, usato molto dai canadesi a colazione, lo trovare nei vari City Shops and Fields, è molto comune.

– lo sciroppo d’agave è un’altra buona scelta perché ricchissimo di sali minerali ed oligominerali ma è più processato del miele, inoltre a Shanghai costa moltissimo.

– lo zucchero di canna integrale, deve essere bagnaticcio, mi raccomando, non va lasciato all’aperto troppo a lungo altrimenti si indurisce.

– la melassa, facile da trovare a Shanghai, è molto densa, ottima per dolci.

 

Se volete provare altri tipi di dolcificanti, a Sprout Lifestyle abbiamo anche zucchero crudo, zucchero di cocco e di palma; venitemi a trovare a:

– 570 Yongjia Lu (Building 4, Unit #412)

– 485 Fenglin Lu (Building 13, Unit #101)

oppure acquistateli online su www.sproutlifestyle.com – facciamo consegne in tutta la Cina.

 

Se avete qualche domanda sui dolcificanti naturali, scrivetemi pure una mail a chiara.squinzi@gmail.com – sarò molto felice di rispondervi. Se invece volete cominciare ad eliminare lo zucchero da subito e vi chiedete come dosare i dolcificanti naturali nelle vostre ricette di famiglia, recatevi direttamente al mio sito dove troverete la tabella per le conversioni.

In salute,

Chiara

 

Leave a Comment