Girare in sicurezza a Pechino (ma anche qui o in altri posti!)


 

Ultimamente Pechino e’ stata teatro di episodi di violenza che ha coinvolto stranieri, sia come vittime che, in qualche caso, come aggressori. Spesso argomentazioni e liti nascono da contrasti su piccole cose, come un taxi “rubato” sotto il naso, una spinta a un bar, una lite da strada su una precedenza o un qualche altro “torto”. Purtroppo ci sono stati casi di stranieri, ubriachi o meno, che hanno aggredito gente per strada o nella metro, casi gravi in se ma che sono anche stati pompati adeguatamente dai media e i vari social groups.

Anche se Shanghai e’ immune per ora da questi conflitti “etnici”, e’ sempre consigliato evitare ogni forma di contrasto con le persone del posto anche quando si ritenga di essere dalla parte della ragione: una spinta in metro, una fila saltata, un’argomentazione in un posto pubblico, un taxi fregato o peggio ancora una lita con un tassista possono reclamare un orgoglio personale da difendere ma sicuramente non valgono una lite che spesso puo’ sfociare in violenza, anche grazie a incomprensioni linguistiche e comportamentali. Se non si conosce veramente bene la lingua cinese e’ sempre meglio non usare parolacce imparate qua e la’ per insultare qualcuno, gli shanghainesi sono in massima parte gente tranquilla che evita i conflitti ma quando aggrediti verbalmente davanti a tutti spesso perdono la testa e possono scatenare una lite furiosa come avviene tra di loro. Secondo, non sappiamo mai con chi abbiamo a che fare, potrebbe essere un esperto di kungfu, un poliziotto in borghese o fuori servizio, uno molto bene “agganciato” o un malavitoso abituato a difendersi ogni giorno, in ogni caso siamo noi gli ospiti, anche se residenti, cui mancano per forza familiarita’ e “solidarieta’ ” del territorio.

Riportiamo il link a un editoriale di Cityweekend con alcuni consigli per girare in sicurezza nella capitale, pensiamo che possano essere validi anche per Shanghai o ogni altra citta’ cinese.

Nell’articolo si consiglia di tenere sempre con se un numero di emergenza del proprio consolato o ambasciata, e di una persona che parli cinese per ogni evenienza. Aggiungiamo che portare sempre con se una copia del passaporto non e’ una cattiva idea.

 

 

Leave a Comment