Vivere a Yong Kang con Brescia nel cuore


Grazia Facchetti gestisce con il figlio quello che e’ l’unico ristorante italiano (e straniero) a Yong Kang, nel profondo Zhejiang. Ha accettato con piacere di raccontare la sua singolare storia ai lettori di Vivishanghai, godetevi cinque minuti di buon umore!

 

Ciao Grazia, e grazie (scusa il gioco di parole) per aver accettato questa intervista per i lettori di VVS.

Grazie a voi! E per il gioco di parole, comincia a piacermi. Molti amici dicono: “grazie Grazia” e poi inevitabilmente, sorridono. Mi piace che le persone sorridano.

Bene, sono sicuro che faremo sorridere molti con questa tua bella storia in Cina. Riassumendo, hai un ristorante italiano in una citta’ sconosciuta ai piu’, Yong Kang, che qui a Shanghai e’ invece una strada famosa per locali e ristoranti, guarda te che combinazione… Ci racconti come mai proprio li’ e come ti e’ venuta l’idea di un ristorante?

Ebbene si, ho un ristorante italiano nella citta’di Yong Kang, provincia dello Zhejiang. Per lo standard cinese e’ una piccola citta’ avendo infatti “solo” 1 milione di abitanti, ma è molto industriosa: negli ultimi vent’anni è cresciuta a dismisura, così come tante altre citta’ cinesi. Mi ci ha portato a vivere il lavoronel lontano 2006 (storia che accomuna molti stranieri o forse l’unico motivo per cui ci si trasferisce in Cina), anche se era gia’ dal ‘97 che ci venivo. Al tempo la mia azienda aveva costituito qui una JV per la produzione di caffettiere (la nostra bella moka italiana, tanto per capirci). Il lavoro da solo pero’ non mi bastava, avevo bisogno di costruire anche una situazione che mi consentisse di creare relazioni e una rete di amicizie che mi rendesse “bello” tutto il grigio che mi circondava. Cosi il 23 maggio 2009 inauguravo il primo ristorante straniero, nonche’ italiano, in questa  cittadina che ora, ti assicuro, e’ diventata persino bella: piu’ pulita, con molti giardini e parchi dove fare passeggiate. E’ in una zona collinare ed anche il paesaggio merita!


con amico cinese william

 

Lo gestisci da sola? Ce ne sono altri in citta’?

Nel 2008, mi ha raggiunto mio figlio Giovanni al tempo 20enne. Ha frequentato la scuola per imparare la lingua e poi si e’ preso l’onore e l’onere di seguire il ristorante, dato che io ero impegnata nel mio mondo del caffe’. A tutt’oggi  l’attività e’ pressochè in toto gestita da Giovanni che si e’ perfettamente integrato nella comunita’ di Yong Kang.

Il ristorante e’ appena stato rinnovato. Infatti e’ ora aperto all’interno di un nuovo hotel nel centro della citta’. L’idea di rinnovarlo e’ nata dalla collaborazione con una giovane coppia cinese che ha ereditato un vecchio albergo di famiglia che aveva bisogno di un energico new style. A tutt’oggi, il nostro e’ l’unico ristorante che per peculiarità culinarie, tipologia dei locali e signorilità del servizio possa definirsi internazionale qui a Yong Kang. L’unica straniera che ha avuto l’ardire di aprirci un ristorante sono stata io, ancora adesso. La clientela e’ ovviamente cinese ma anche quella dei tanti stranieri che fanno business con le aziende di Yong Kang: praticamente il mondo.

Parlaci un poco di Yongkang, come si sta? Facci venire voglia di fare un giro!

Yong Kang e’ famosa per essere la citta’ dei metalli.  Già in passato, nella sua storia, si racconta di come venivano trasformati, fusi e lavorati il ferro, la zama, il rame e l’alluminio. Ora tra i giovani si sta diffondendo, cosa molto bella, la voglia di riscoprire i vecchi mestieri e infatti fanno a gara a chi riesce a  riprodurre – in modo artigianale- alcuni prodotti fatti negli anni passati.

A Yong Kang si producono le porte di acciaio per tutta la Cina; è presente l’azienda automobilistica Zotye che collabora anche con la nostra Fiat; ci sono aziende produttrici di articoli per giardinaggio e per il fai da te, nonche’ casalinghi (pentole, thermos e, come dicevo prima, caffettiere :)). Gli imprenditori di Yongkang – gente molto operosa ed ingegnosa – stanno facendo molto; hanno praticamente, ricostruito la citta’ con tutte le infrastrutture ed i servizi necessari: supermercati, strade, polo fieristico, aree commerciali ed industriali. Recentemente, proprio lo scorso mese di dicembre, e’stata inaugurata la nuova stazione ferroviaria che collegherà a Shanghai in sole due ore. Meraviglioso!

Ho gia accennato che si trova in una zona collinare e questo e’ molto bello. Ora anche gli amici cinesi amano camminare e godersi le passeggiate: si può camminare in mezzo a bellissimi terrazzamenti coltivati a the’, su colline dove ci sono luoghi di preghiera buddista  molto suggestivi.

A una ventina di chilometri si trova la citta’di Wuyi, famosa per le sue acque termali. Una mezza giornata nelle vasche termali con un bel massaggio in mezzo ad un meraviglioso giardino cinese, non e’ male.

 

staff hotel e risto

 

Andiamo giu’ coi piatti, cosa proponete alla vostra clientela?

Ovviamente il  menu’ propone i nostri piatti tipici “pasta e pizza” in tutti i colori che contraddistinguono la cucina mediterranea. Non posso esimermi dal  dire che il piatto preferito e’ la pasta alla Bolognese, la pizza Margherita ed il mitico Tiramisu’. Io sono Bresciana, vengo dalla Valtrompia, valle di grandi lavoratori. Anzi, qualche volta per il tipo di aziende e per il tipo di produzione, in Yongkang rivedo la mia valle nativa, e quindi certo che proponiamo anche il nostro piatto forte! Ci siamo muniti di tutto l’occorrente e a Yong Kang facciamo lo spiedo con la polenta che e’ tipico per noi Bresciani. Non ci mettiamo gli uccellini cinesi, pero’. Non ho ancora conosciuto o capito se i cinesi sono cacciatori…

Parlando di cucina cinese, hai qualche specialita’ locale da raccomandarci quando verremo?

Non ci crederai, ma io penso che non ci sia posto in Cina dove tu possa trovare un FOIE GRAS migliore del nostro a Yong Kang. E’ davvero spettacolare! Poi ci sono piatti locali. Non possiamo non considerare il fatto che, essendo in Cina dobbiamo privilegiare i clienti cinesi per cui anche la nostra cucina si diletta con le mitiche wok e il fast food cinese. Come ben saprai, i cinesi in poco tempo riescono a cuocere un’infinita’ di piatti.

 

notturna

 

Quanti italiani siete a Yong Kang? Ci sono altri stranieri?

Esiste da tempo un’azienda italiana a Yong Kang per cui alcuni italiani sono presenti: siamo circa una decina in tutto. Ci sono poi un centinaio di stranieri provenienti da varie parti del mondo: insegnanti, ingegneri, progettisti. Tutti per motivi di cui ti dicevo alla prima domanda: il lavoro.

Avrai un numero infinito di fatti e curiosita’da raccontare, ne scegli qualcuna per noi?

Dopo ben 7 anni, di aneddoti da raccontare ce ne sarebbero uno piu’di mille. Posso dire che non e’ stato facile aprire un ristorante e le avventure, quelle belle, ce le ricordiamo, quelle brutte le abbiamo cancellate dalla memoria. Che ti potrei raccontare? Forse quella che in abito da sera mi son trovata a sturare gli scarichi della cucina? O di quando i clienti si son mangiati la polvere di caffe’ che avevo nei posaceneri nella speranza che si spegnessero i mozziconi e facessero meno puzza? O di quando ti vedi inzuppare il tiramisu nella crema di zucca? La cosa che io amo di piu’ e’ quando gruppi di clienti cinesi, decidono di mangiare all’occidentale ed allora ti lasciano mano libera. Possiamo iniziare dagli antipasti, si cambiano i piatti, posate e bicchieri ad ogni portata. Ecco li allora mi diverto. Si fa proprio spettacolo con le nostre pietanze ed i nostri vini.

 

grazia e giovanni

 

Piani per il prossimo futuro? Visto che hai appena rinnovato il locale la storia continua…

La storia continua esatto, e sempre a Yong Kang dove  un po’ di radici le abbiamo messe. Giovanni, adora questa citta’. Si accennano i primi progetti di aprire anche il secondo hotel… chissa’ se si realizzera’ anche questo sogno. Speriamo bene. Una cosa importante che non ho detto: il ristorante si chiama Brescia, sicuramente portera’ bene.

Manda un messaggio per chi ci legge e potrebbe fare un giro a Yong Kang, quanto a noi sei gia’ sulla lista!

Cari signori che leggete questo messaggio, se avete occasione di fare una passeggiata fuori porta, la citta’ di Yong Kang ora non e’ poi cosi’ fuori dalla portata. Non si devono piu’fare 400 km in auto o diversi cambi di treno: ci si arriva comodamente sui nuovi treni delle linee veloci! Un buon pasto e’ assicurato e una salutare passeggiata in collina, pure. Se poi avrete voglia di vedere qualche interessante fabbrica, perche’no? Vi faro’ volentieri da cicerone.

Grazie, Grazia!@@@

Grazie a te, e’ stato un piacere, un caro saluto a chi ci legge e vi aspettiamo al Brescia!

 

con cuoco italiano

 

BRESCIA ITALIAN RESTAURANT (MAXIM HOTEL 麦禧精品酒店) 

bresciaEAST WANG CHUN ROAD, 208 – YONG KANG

布雷西亚 意大利餐厅, 永康市,望春东路208号

Contatti:

JOHN RIVADOSSI

Mobile 13857952404

Tel.  0579 87102666

qq: 529941480

skype: gio21bs86

MENU RISTORANTE BRESCIA – YONG KANG

Leave a Comment