Italiani, Popolo di Triathleti


 

Domenica scorsa ad Anting si e’ svolta una bellissima gara di Triathlon, immersi nello splendido scenario dello Shanghai Auto-Expo Park.

La gara e’ giunta alla 4 edizione e il numero dei partecipanti e’ salito fino a 450, divetando così la gara di Triathlon più frequentata a Shanghai.

Il clima e il meteo non erano dei migliori, soprattutto nei giorni precedenti dove le piogge battenti hanno reso non facile il compito degli organizzatori, che malgrado tutto hanno fatto un lavoro perfetto. Fortunatamente alle 07:00am la pioggia ha fatto posto a delle nuvole molto gradite che ci hanno regalato una temperatura fantastica, creando un riparo dal sole battente, acerrimo nemico delle gare di endurance come questa.

Le manifestazione prevedeva tre gare in programma:

– Olimpico M/F, che comprende (1500m di nuoto, 40Km di bici e 10Km di corsa) il tutto consecutivamente.

– Sprint M/F ( 750m nuoto, 20Km bici e 5Km corsa )

– Relay, che sarebbe una gara a staffetta dove ogni componente fa una frazione. Quindi il primo fa 1500m di nuoto, il secondo 40km di bici e il terzo 10km di corsa.

Partenza prevista alle ore 8:30, ma vista la mole di partecipanti e tutta la trafila per sistemare le bici nell’apposita, zona cambio, il primo colpo di pistola e’ stato sparato alle 09:13.

I concorrenti sono stati suddivisi in 5 gruppi proprio per facilitare il regolare svolgimento della gara e per non creare la calca in acqua.

Grande novità’ di questa edizione l’utilizzo del chip per la rilevazione del tempo di gara, che comprende anche i tempi della zona cambio, informazione molto importante per i concorrenti. 

Gruppo degli italiani ben nutrito con 13 atleti alla partenza, che hanno difeso con grande coraggio e orgoglio i nostri colori, conquistando ben 5 podi su 17 previsti. 2Argenti e 3 Bronzi, il nostro bottino finale, direi un grande risultato.

Ma un plauso particolare va all’impresa fantastica di Massimiliano Mancosu, che dopo una splendida frazione di nuoto e’ stato vittima di una foratura al 2km in bici, ma non si e’ dato per vinto, ha cambiato la camera d’aria a tempo di record ed e’ ripartito con più grinta e coraggio di prima, finendo la gara al 37 posto assoluto e 9 di categoria. Portando alto il nome dello sport 🙂 Grande Max.

Parlando di medaglie, risultato di rilievo quello di Massimo Ciocia che nonostante la sua eta'( non me ne voglia 🙂 ha dato filo da torcere ai ragazzini più esperti, costruendo il suo successo nella straordinaria frazione di nuoto iniziale, concludendo addirittura col secondo tempo assoluto parziale, finendo poi la gara all’11 posto assoluto e 3 di categoria.

Bravissimo anche Francesco Tivegna alla sua seconda presenza in questa gara che ha letteralmente distrutto il personale dello scorso anno di ben 8′:10″ finendo al 10 posto assoluto e 3 di categoria

Nella distanza Sprint, ottimi risultati di Filippo Resini al 2 posto di categoria e di Francesca Coco, alla sua prima esperienza nel triathlon, giunta 3 nella sua categoria.

Infine il risultato tecnico a mio avviso migliore, quello di Mirko Baggio primo degli italiani, che ha chiuso la sua gara al 9 posto assoluto e al 2 di categoria.

Nella distanza Relay presente il team Italia composto da Enrico Farinati nel nuoto, Michele Travierso nella bici e Enrico Boschiero nella corsa, per loro la prima esperienza in questo campo e si sono difesi molto bene chiudendo la loro prova all’11 posto su 43 team presenti.

Gli altri italiani in gara, Demis Bugatti nell’olimpico e Sabina Leopaldi nel Relay in squadra con un’Americano e una Tedesca.

Per quanto riguarda i Big di questo evento:

L’Olimpico e’ stato vinto dal Francese Guillaume Leccallier, al secondo posto il Giapponese Kudo Ideo e al terzo posto l’Americano Benjamin Regan.

Per le donne ha vinto la Japponese 中原恭惠,  al secondo posto l’Austriaca Maria Jammernegg e al terzo posto l’altra Japponese Nozomi Mori

Nella distanza Sprint ha vinto la gara Warwick John Fahy, al secondo posto, l’inglese Thoman Hitchings e al terzo posto l’Americano Timoty Sherronw

Per le donne, prima l’Inglese Sarah Crabtree, seconda l’Australiana Anna Willett e terza la Francese Celine Chong

Il Relay e’ stato vinto da una squadra mista, Il Canadese Zennon Kapron, e i due Inglesi Ed Cork e Sarha Edson, mentre il secondo posto e’ andato alla squadra Inglese formata da, Richard Harper, Andrew Harrison e Tirthankar Datta, medaglia di bronzo invece per i padroni di casa i nostri amici Cinesi ma che vale come un oro visto che e’ stata l’unica. Complimenti.

Tutti i risultati li trovate a questo link: http://race.weacool.com/en/2013-anting-triathlon-127

Un plauso particolare va agli organizzatori di questo fantastico evento, gli amici di Triathlon Club Shanghai che hanno curato nei minimi particolari tutti i dettagli di questa fantastica gara, ed infine il grazie più grosso va a tutti i volontari che ci hanno garantito la totale sicurezza durante tutta la gara, assistendoci in acqua con le canoe, presenziando tutti gli incroci nella frazione di bici e curando tutti i ristori nella frazione di corsa. Ancora grazie do cuore.

In fine, anche il coach ha preso parte al gruppo degli italiani finendo al 13 posto assoluto e al 5 di categoria 🙂

Per tutti coloro che fossero interessati, Il gruppo Shanghai sport sta creando un Team per il Triathlon e il running. Il prossimo appuntamento per il Triathlon sarà il mezzo Ironman a Taiwan il prossimo 2 Novembre. Io mi sono già’ iscritto 🙂 vi aspetto.

Un grazie a tutti

Andrea Rinaldi.

Mail: andrearinaldi35@gmail.com

Leave a Comment