Legally Speaking: timbri societari: perché sono importanti


 

Rubrica a cura dell’Avv. Carlo Geremia, per leggere altri interventi visita la pagina del blog in VVS

 

Alcuni giorni fa un imprenditore mi chiedeva quali fossero le conseguenze del fatto che il general manager della sua società in Cina “si fosse preso i timbri”. Non è questa una situazione inusuale. Alle volte, infatti, è il general manager, altre volte è il socio (non necessariamente cinese) oppure la contabile di turno a prendersi i timbri sociali e a voler dettare le condizioni (di solito economiche) per la loro riconsegna.

Quella dei timbri è una questione che ancora lascia sconcertato chi non lavora abitualmente con la Cina. Spesso non è chiaro quali siano i timbri sociali e quale sia in Cina il loro valore.

Tipi di timbri

Una società cinese ha di solito i seguenti timbri:

  • timbro della società (obbligatorio);
  • timbro dei contratti (facoltativo): da usarsi solo sui contratti della società;
  • timbro finanziario (obbligatorio) per prelievi bancari;
  • timbro per le fatture (obbligatorio);
  • timbro per le dogane (obbligatorio per le società commerciali);
  • timbro del legale rappresentante (facoltativo).

Valore dei timbri sociali

In Cina i timbri “impersonano” la società. Un documento recante un timbro sociale si intende (presunzione pressoché assoluta) espressione della volontà sociale ed in quanto tale vincolante la società stessa.

Chi possiede i timbri sociali, quindi, ha il controllo di fatto della società. Eventuali limitazioni alla legittimazione all’uso dei timbri sociali (fissate, per esempio, nello statuto oppure in una delibera del consiglio di amministrazione) non sono opponibili a terzi.

Possesso e uso dei timbri

E’ consigliabile quindi:

  • disciplinare in dettaglio il possesso e l’uso dei timbri sociali nello statuto oppure in altri regolamenti interni della società prevedendo procedure interne di controllo;
  • considerare, in mancanza di una persona di provata fiducia in loco, di affidare tutti o alcuni dei timbri sociali ad uno studio di professionisti esterno (per esempio uno studio di commercialisti) perché li utilizzi secondo le istruzioni della casa madre.

 

Carlo Geremia

Carlo Geremia è l’autore del blog www.cinalegalmenteparlando.com

Per contatto e approfondimenti: carlo.geremia@nctm.it

Leave a Comment