Mercatino “dell’antiquariato” di Dongtai Lu


Chiamare via degli antiquari questa piccola strada non lontana da Xin Tiandi forse è un’esagerazione, perchè più che antiques si trovano cianfrusaglie e oggetti di epoca indefinita, dai Ming alla Rivoluzione Culturale e oltre, come li spacciano i venditori. Piu’ verso simile a un mercato delle pulci incrociato a un mercatino di anticaglie delle piazze italiane nei fine settimana, con articoli rifatti o anticati, anche se sempre buoni per un regalo un pò esotico. Abbondano i telefoni in bachelite neri anni ’20, poster belle epoque di sigarette, pesanti ventilatori in ferro o ottone, scatoline laccate rosso, figurine in porcellana, pannelli di legno, vasi di porcellana di bassa qualità e uno stuolo di orologi, sveglie, oggetti del periodo Maoista.

Vero o falso? Sempre attenti a quello che si compra: le copie di antichità sono sempre più abbondanti degli originali. Dong tai Lu non fa eccezione. Se non si è degli esperti, evitare di acquistare fossili, preziosi o oggetti cari, il rischio di ritrovarsi con una copia (di qualità) è molto alto per un principiante.
Ricordarsi sempre che quello che sembra un’affarone irripetibile lo si trova spesso anche nel negozio accanto, e che la regola è contrattare senza pietà. Non è tutto oro quello che luccica.

Alcuni negozi consigliati: pochi venditori parlano inglese, anche se quattro parole base le sanno tutti.

Da Feng Tang Antiquary (44 Dongtai Road), vecchie ceramiche cinesi (piatti e vasi, 500-50,000 RMB), scatole portagioielli in legno 200-1,500)

Yu Fi Fang Art (62 Dontai Road), ottimo posto per comprare foto storiche di Shanghai, 40-80 RMB)

Chu Ming Meng (39 Liu He Kou, fuori Dongtai), ottimi tessuti etnici dal sud della Cina e varietà di scarpette indossate dalle donne coi piedi fasciati (100 – 4,000 RMB).

Cai Min Jia (9 Liu He Kou Road), orologi e vecchie pendole giapponesi ed europei. Davanti si trova un altro stand con una immensa collezione di memorabilia dell’epoca maoista, rivoluzione culturale e armata rossa, molti stand offrono spillette e accesssori (5-50 RMB), senza fine le copie (consunte ad arte) del LIbretto Rosso di Mao (10-50 RMB), probabilmente originali dal momento che ne sono state stampate a milioni.

Pagamenti: soprattutto cash, ma qualcuno accetta anche carte di credito e USD.

Contrattare: tagliare il prezzo a metà e poi ancora metà e cosi via finchè non si capisce che è il prezzo equo di vendita, i veri affari si fanno contrattando strenuamente.

Aperto: dal mattino presto al tramonto
Quando andarci: meglio verso sera, quando i venditori sono un poco stanchi e più disposti a sconti.

Indirizzo: Dongtai Rd, tra Fuxing Road e Tibet Road.

ciprofloxacin spc ciprofloxacin hcl lexapro and weight gain in women what is azithromycin for celexa vs lexapro

Leave a Comment