Mezza maratona di Shanghai


 

Missione mezza maratona compiuta…

 

Domenica 2 Dicembre io ed un gruppetto di appassionai del Running abbiamo partecipato alla mezza maratona di Shanghai, evento ormai di livello internazionale con oltre 40.000 partecipanti.

Il cammino di questa allegra comitiva e’ cominciato il 30 Ottobre e si e’ concluso il 2 Dicembre con la tanto attesa gara. Il progetto era composto da una serie di allenamenti di gruppo, un programma di allenamento specifico per la distanza e due seminari di approfondimento tecnico sulle lunghe distanze e su come affrontare una mezza maratona (creati dal Coach)

Tutti gli allenamenti si sono svolti nello bellissimo scenario del Bund, e grazie alla preziosissima collaborazione del nuovissimo ristorante Italiano Isola Bella nella persona di Armando, che ci ha ospitato per tutti gli allenamenti e i seminari, riuscendo coi a realizzare il tutto in maniera perfetta. In più oltre a darci il massimo appoggio possibile per i nostri problemi tecnici logistici organizzativi, ci ha anche offerto il pranzo dell’ultimo allenamento il giorno prima della gara, come in bocca a lupo per questa grande impresa.

Diciamo che il risveglio del 2 mattina non si presentava per niente bene, con una pioggia torrenziale che non accennava a smettere, ma con la voglia e la passione accumulata durante tutti gli allenamenti non ci avrebbe fermato nemmeno un tifone ( o forse 🙂
Quindi appuntamento alle ore 6:00 del mattino alla fermata della metro 2 East Nanjing Road per procedere tutti insieme all’imbocco prestabilito. Impresa titanica vista la mole di partecipanti ( voci di corridoio dicevano che eravamo in 40.000) quindi immaginate il delirio 🙂

Nonostante eravamo tutti senza cellulare, magicamente ci siamo trovai senza problemi (proprio come si faceva ai tempi della scuola 🙂 carichi, sorridenti e contenti nonostante la pioggia battente che continuava a venire giù. Tutti armati di passione e grande voglia, procediamo molto lentamente lungo le migliaia di persone che convogliavano verso la partenza.

L’impresa di consegnare gli zaini e di arrivare sul Bund e’ stata veramente faticosa ma l’emozione nel vedere quell’enorme fiume umano davanti a noi e’ stata veramente straordinaria.

Un check agli orologi e ci accorgiamo che la gara e’ gia’ partita, ma ovviamente bisognava aspettare qualche minuto per far smaltire la massa enorme di gente prima di poterci muovere.

Finalmente riusciamo a partire e quando passiamo davanti il portale della partenza il cronometro ufficiale segnava 12′:24″ quindi provate ad immaginare quante persone erano già passate da li prima di noi 🙂 il gruppetto si separa immediatamente, Matteo era avanti mentre io e Salvo sgomitavamo per cercare dei varchi e dietro le nostre ragazze ( Gloria, Giuliana e Roberta) avanzavano senza paura, mentre il mitico Edoardo, arrivato un po in ritardo, era rimasto completamente imbottigliato…  Dopo 7 km di gara finalmente la massa di gente comincia a diminuire e si riesce a correre un po più serenamente e noi ne approfittiamo per aumentare il ritmo cercando di rosicchiare dei secondi preziosi 🙂

Le condizioni meteo intanto erano migliorate notevolmente, la pioggia era cessata e la temperatura era salita di qualche grado.
Il ritmo cresceva molto bene, ma al 15°km purtroppo uno dei miei muscoli si e’ stiracchiato e sono stato costretto ad un Pit-stop per riprendermi un po, abbandonando il mio compagno di gara Salvo che procedeva spedito verso l’arrivo.

Alla fine, grazie a tanta forza di volontà e il grande coinvolgimento emotivo che questo evento trasmette, sono riuscito a finire la mia gara nonostante i problemi muscolari.

All’arrivo tutto perfetto, organizzazione impeccabile. Subito dotati di telo termico per evitare l’ipotermia e via dentro il palazzetto per ricevere il pacco viveri, consegnare il chip e prendere l’attestato di partecipazione, con posizione e tempo finale, direi il massimo che ci si può aspettare da una gara.

Pian piano tutti i componenti del gruppo sono arrivati sani e salvi, ma soprattutto soddisfattissimi col volto scavato dalla fatica ma super sorridente dalla soddisfazione e dalla contentezza di aver partecipato e concluso questa magnifica esperienza.

Da parte mia la grande soddisfazione di essere riuscito nell’impresa di portare tutti i componenti del gruppo all’arrivo sani salvi e contenti e soprattutto senza nessun problema fisico e mentale 🙂

Un grazie a tutti i componenti del gruppo ( Edoardo, Matteo, Gloria, Roberta, Giuliana, Salvo ) che hanno dato vita a questa avventura e un ringraziamento particolare ad Armando di Isola bella per la grande disponibilità nella realizzazione di questo progetto.

Ci vediamo alla prossima avventura.
Un saluto
Il coach Andrea.

4 Comments

  1. Edoardo Noce says:

    Coach aggiungerei che Edoardo impavido sotto la pioggia torrenziale alle 5 AM e’ venuto da Pudong in motorino, indossando con orgoglio la maglia Shanghai Sport…. qualche imprevisto c’e’ stato ma egregiamente risolto …. :))
    E’ stata un’esperienza importante per me, grazie per avermi introdotto a questa nuova disciplina.
    Ciao
    Edoardo

    • andrewpudong says:

      Grande Edo, sono contento che sei riuscito a compiere l’impresa… Io pero’ vorrei sapere il perché di questo ritardo?? cosa hai fatto la notte prima della gara???? :-))) Voci di corridoio ti hanno visto in ambienti poco consoni e adeguati rispetto al programma di allenamento :-))

      • Edoardo Noce says:

        Beh… il tutto in adempienza al Manuale del Vero Italiano di cui dovrai anche te essere dotato immediatamente!

        • andrewpudong says:

          Disgraziato ho saputo che la notte prima della gara eri in mezzo alle modelle cinesi a fare baldoria… e ovviamente sei rientrato appena in tempo per cambiarti e andare alla partenza.
          Fonti indiscrete mi hanno detto che hai fatto pure fiasco! mi sa che ti devo squalificare :-)))

Leave a Comment