Muoversi in bus a Shanghai


 

I laowai (stranieri) a Shanghai tendono a prendere prevalentemente i taxi per muoversi in citta’, qualcuno la metro, dimenticando che esistono anche i bus che, fuori dell’orario di punta, sono semivuoti, si trova anche da sedere, sono puliti e frequenti.

Attraversano la citta’ in ogni punto, e con 2 yuan, la tariffa standard, ti portano una o due fermate piu’ in la, oppure dall’altra parte di Shanghai in zone che non avresti mai detto.

Come si paga il bus: ce ne sono di due tipi, uno con il solo conducente e una cassettina per le monete a fianco, paghi quando sali ma se usi banconote non ti da il resto, un altro tipo invece ha il controllore nel mezzo, di solito una donna, che si fa il giro del bus a raccogliere i 2 yuan, e se serve ti da il resto, anche se hai pezzi da 100! In entrambi i casi sono dotati anche di un dispositivo magnetico per chi usa le tessere jiaotong ka, che ricarichi alle stazioni metro o in altri punti e usi per i trasporti, non solo bus anche taxi, traghetti, metro, etc.

Non ci sono portoghesi nei bus, e’ impossibile salire senza pagare, ma soprattutto nessuno si sogna di non pagare la corsa!

Unica cosa negativa dei bus sono gli autisti che guidano al 99% da cani, come se portassero un Porsche anziche’ un vagone con dentro anche un centinaio di persone. Non sarebbe male se gli facessero anche dei corsi di guida apposta.

I vantaggi del prendere un bus e non il taxi:

– costa molto meno (2 yuan, anche se fai tutta la tratta di 20 km!)

– fai movimento e 2 passi in piu’, e poi se trovi l’autista giusto, che non e’ difficile, appeso ai maniglioni puoi anche fare gli anelli come Yuri Chechi.

– aiuta il tuo senso di orientamento, migliora la tua percezione delle distanze e della topografia urbana.

– fai incontri con la gente, magari anche due chiacchere, e’ sempre apprezzato un laowai che prende il bus e scopri anche l’etichetta dei passeggeri: cedere sempre il posto agli anziani e a chi ne ha bisogno!

 

2 Comments

  1. admin says:

    Come perche’ PORTOGHESI???? non si dice piu’ cosi?

    E’ vero che i bus hanno tutto in cinese ma e’ anche vero che basta provarli per capire dove vanno, pero’ ci dai l’idea per segnalare dei percorsi con le linee piu’ importanti questo si…

    Con google map, directions, scegliendo public transport il sistema da’ oltre alle stazioni metro e le percorrenze, anche i bus che portano a destinazione e i cambi.

    Non e’ proprio immediato per chi non parla cinese e’ vero, ma basta rompere il ghiaccio e prenderci la mano, le esplorazioni non si sono mai arrestate perche’ non si capiva la lingua…

  2. Kewell says:

    Scusate l’ignoranza? Perchè i portoghesi?

    Verissimo, tra metro e bus la città è molto ben servita. Però per uno straniero i bus hanno un grosso inconveniente, ossia alle fermate i cartelli sono solo in cinese, e sperare di trovare qualcuno tra autista e controllare che parli inglese è utopia. L’altro inconveniente è come detto, il fatto che i cinesi guidano come guiderebbe una scimmia (e non solo i bus)…In più si aggiunge la questione che i bus: più veloci vanno e più corse riescono a fare (= più introiti). Quelli dei pullman a lunga percorrenza sono addirittura peggio. Io ho la patente e mi sposto spesso tra SH e lo Zhejiang in macchina, e di criminali ne ho visti a centinaia, a quelli non serve un corso, loro e i loro capi sarebbero da prendere e fucilare. Se vi fermate negli “autogrill” (chiamiamoli così per comodità) vedrete in bella mostra foto di incidenti stradali (compresi di cadaveri stritolati tra le lamiere o carbonizzati), la maggior parte dei quali, caso, sono coinvolti i bus…

Leave a Comment