Niente canditi, meglio!


Nella bufera delle contraffazioni alimentari che da tempo prende le pagine dei maggiori quotidiani locali, e’ da segnalare il caso recentissimo della catena Laiyifen che vende frutta secca e candita, dopo che ai riscontri di laboratorio sono stati denunciati dalla stessa CCTV contenere sostanze e aromi potenzialmente dannosi a fegato e reni, oltre che alle condizioni di estrema sporcizia in cui sarebbero preaparati i prodotti. L’indagine riguarda anche altri rivenditori di strada che vendono prodotti simili.

 

Leave a Comment