house_shanghai

 

Il 28 novembre scorso, lo Shanghai Housing and Urban-rural Construction Management Committee, insieme con la Banca Popolare Cinese Shanghai branch, e la Commissione di Vigilanza Bancaria dell’Autorità di Shanghai hanno emanato la Circular on Further Improve the Differentiated Housing Credit Policy to Promote the Steady and Healthy Development of the Municipal Real Estate Market, la Circolare volta al miglioramento del sistema di credito ipotecario, con il fine di promuovere lo sviluppo stabile e sano del mercato immobiliare della città (qui di seguito denominata Circolare).

La Circolare ridefinisce il concetto di “prima casa”. Rispetto alla politica precedente, il nuovo concetto di “prima casa” indica principalmente due aspetti:

  1. Non si ha un’altra casa intestata a proprio nome;
  2. Non si è mai stati titolari di un prestito o di un mutuo per l’acquisto di un immobile nè di alcun prestito o mutuo dal fondo previdenziale.

Quando sussistono entrambe le condizioni sopra descritte, la percentuale della prima rata per l’acquisto della prima casa può essere ridotta fino al 35% del prezzo totale dell’immobile.

Se, invece, non è possibile soddisfare contemporaneamente le condizioni di cui sopra, in caso di acquisto di una abitazione ordinaria (non luxury), la percentuale della prima rata non può essere inferiore al 50% del prezzo totale e per l’acquisto di una casa definita non ordinaria, ovvero di lusso, la percentuale d’acconto non può essere inferiore al 70% del valore complessivo.

Nell’attuale mercato immobiliare di Shanghai, la stragrande maggioranza delle case rientra nella fascia non ordinaria, ovvero di lusso e, di conseguenza, gli eventuali acquirenti dell’immobile si trovano ora a dover fronteggiare una prima rata d’acconto molto alta. La prima, inevitabile conseguenza, è ora, dunque, legata alla difficoltà o incapacità di ottenere un prestito bancario e, di conseguenza, al rispetto dei contratti di acquisto sottoscritti. Molti, infatti, potrebbero trovarsi nella condizione di dovervi rescindere.

La nuova politica sulla casa riflette la forte determinazione del governo di Shanghai di riprendere il controllo dei prezzi immobiliari e questa novità, è chiaro, avrà effetti piuttosto rilevanti sul mercato che saranno evidenti già dai prossimi mesi.