Shanghai Film Fest: The Repairman


– dal blog L’aula F. In fondo, ad est  di: Laura –

 

89 minuti

 

89 minuti. 89 minuti di Italia, o meglio di Piemonte. E qui inevitabilmente fa capolino dal suo letargo un insperato ed inaspettato patriottismo.

Parliamo di cinema e raccontiamo una bella storia italiana: Paolo e Filippo sono due bizzarri ragazzi albesi, ovvero originari, in Piemonte, di Alba, in provincia di Cuneo (dove ha fatto il militare Totò per intenderci) che di abitanti ne conta appena 30.000. A voler essere precisi sono nati a Monticello d’Alba, che di abitanti ne ospita ancora meno, circa 2.000, tutti arroccati e in attesa.

Paolo e Filippo, dicevo, decidono una bella mattina di rischiare qualcosa, poi un’altra mattina, un’altra ancora, poi un pomeriggio, una sera e via a seguire… nasce così Aidìa Productions, casa di produzione cinematografica….e l’estate successiva nasce in coproduzione “The Repairman”, opera prima di Paolo Mitton, un altro Italiano coraggioso, uno che non ha studiato cinema ma ingegneria. Poi ha prevalso la passione e si è dato al cinema, ed ora il suo film è indicato da molti recensori come una delle migliori opere prime degli ultimi anni.

Titoli e cognomi stranieri o pseudo tali ma tanta Italia dentro: la lentezza delle colline accompagna Scanio, colui che ripara macchine del caffè mentre le persone non hanno più il tempo di berlo, cene domenicali devastanti, amori giudicati e falliti, uno zio e una panetteria.

E tutto questo è stato possibile perché Paolo e Filippo hanno rischiato, oltre a capitale proprio, la propria faccia e il proprio orgoglio, senza aiuti, senza sostegni, senza raccomandazioni ma con tante pacche sulle spalle da chi diceva loro “In bocca al lupo!”. Un approccio un po’ “punk”, come amano definirlo loro stessi.

“The Repairman” è uscito nei due paesi produttori, Italia e Inghilterra, è stato poi ospitato dal Raindance Film Festival di Londra e dal Torino Film Festival e ora sarà proposto nella sezione “Spectrum” del Shanghai International Film Festival.

Monticello d’Alba-Shanghai, andata e ritorno e tanta vertigine.

Il film può inchiodarci alla poltrona di un vecchio cinema, farci sbadigliare, farci pensare, farci deridere chi sembra restare indietro quando in realtà è già avanti ma non è questo il punto. Il punto, o meglio un grosso punto su cui sedersi un attimo, è che questi connazionali ci sono riusciti. E sono arrivati qui probabilmente senza nemmeno sognarlo, tanto Shanghai sembrava lontana.

Dimentichiamoci un momento della pizza, della Ferrari, delle aziende di moda, degli spaghetti, del PIL e pensiamo a questa Italia, che è ancora più bella da rappresentare all’estero: è quella di chi ci prova e non di chi necessariamente ci riesce, di chi rischia qualcosa, di chi prova a fidarsi delle proprie ali e non dei rami intorno, di chi sa dire qualche no per magari poi pentirsene, di chi lavora in silenzio.

“The Repairman” è colui che aggiusta e forse allora ogni cosa si può aggiustare, basta volerlo. Gli attrezzi esistono, Paolo e Filippo li hanno trovati e soprattutto cercati, aprendo il cassetto giusto.

Noi vi aspettiamo a Shanghai, pronti a regalare a voi ma soprattutto a noi stessi.….89 minuti di bella Italia.

Buon “The Repairman” a tutti.

Presentazione del film

Proiezioni (5):

  • 15 giugno ore 18.30: Hall 1 Orchid Wyatt Cube Studios (Joy House)
  • 18 giugno ore 18.30: Hall 6, Shanghai Lansheng Dianshang Cinema (OSPITE IN
  • SALA: MITTON)
  • 19 giugno ore 18.30: Hall 4 Stellar Cinema City
  • 20 giugno ore 18.30: Hall 4, UME International Cineplex (BaoShan)
  • 21 giugno ore 15.45: Nanqiao Premiere International Cinema

Biglietti

 

Filmitalia.orgPromozione del cinema e dell’industria audiovisiva italiana

SHANGHAI INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

 

6 Comments

  1. admin says:

    i link sono diretti a FB, non li aprirete MAI in Cina senza un VPN…

    • lauraf. says:

      Beh ovvio.Io sono costantemente connessa con una VPN ma ci sono stati comunque problemi .in ogni caso, rispondo nuovamente a Dani: come temevo non sono previste altre date, i film americani ahimè’ spadroneggiano nell’occupare la maggior parte degli spazi. Speriamo esca presto su internet!Ciao!

    • daninchina says:

      beh… dopo 10 mesi in Cina l’avevo capito… ma non funzionano nemmeno CON il VPN

  2. daninchina says:

    Cara Laura,
    grazie per la preziosa condivisione. Mi piacerebbe molto vedere questo film, ma nelle date e orari di cui all’articolo, non posso. Che tu sappia, esistono altre date? HO provato a fare una ricerca su film italiani a SH ma non trovo nulla (i link che hai pubblicato non si aprono… boh). Grazie. Dani

    • lauraf. says:

      Ciao Dani, anche io ho avuto qualche difficoltà’ con questi siti,sia perche’ in cinese sia perché’ la connessione lentissima non aiuta.Mi sto informando per altre date e presto spero di darti qualche info non più’, anche se temo che le date siano soltanto queste…ahimè’.ti aggiorno presto!

Leave a Comment