Shanghai, una spiaggia vera (o quasi…)


Testo di Lella Foto di Lella

Pubblichiamo l’interessante contributo di una delle nostre più assidue visitatrici, inoltratasi coraggiosamente nelle zone più inesplorate dell’entroterra shanghainese…

Leggendo dell’epopea al Dino Beach in cui peraltro si accenna accenna anche alla “nuova” spiaggia di Shanghai, volevo raccontare a tutti che IO domenica ci sono coraggiosamente andata,  per sfogare una mia curiosità e il mio pessimo umore.

Dall’uscita a sud di  Xinzhuang, mi sono ritrovata alla stazione dei bus dove ho preso lo scalcinato e scomodo autobus  che porta fino alla spiaggia.

Il mezzo e’ un tipico bus cittadino, e da bravo bus cittadino, effettua inesorabile tutte le fermate, stipato esclusivamente di cinesi.

Dopo circa un’ora e mezza si arriva vicino alla costa,  il capolinea.

Da qui, come mi consiglia la simpatica e disponibile autista, devo prendere un altro mezzo simile se voglio raggiungere BiHaiJinShan, ma il mezzo parte dopo qualche decina di minuti e allora mi convinco a fare sosta nel ristorantino da 6 Rmb, menu’ fisso!

Alle dodici parte per l’ultima tratta il bus N.1 e finalmente, dopo gli ultimi quindici minuti di percorso in cui il conducente riesce anche a incastrare il mezzo contro un camion ad un incrocio, arrivo alla spiaggia.

Considerando che sono partita da casa alle nove, devo affermare che il viaggio e’ durato complessivamente poco piu’ di tre estenuanti ore nelle quali, naturalmente, ho scomodamente dormicchiato come da buona regola di questo paese.

Ovviamente, il viaggio e’ stato fatto solo ed esclusivamente in compagnia di cinesi!

Lo spettacolo che ti si presenta in prossimità della spiaggia e’ tipicamente cinese: un grande spiazzo con attiguo un immenso parcheggio che converge in un ampio viale costellato da aiuole con ai lati  vari ambulanti che vendono pannocchie, uova cotte nella soia e cibarie cinesi varie.

Cammino esausta e affaticata per altri venti minuti e poi, finalmente il mare, se cosi’ lo vogliamo chiamare.

A destra il golfo non e’ stato migliorato o bonificato mentre a sinistra si erge la prima costruzione, prima parte di questa nuova spiaggia artificiale, con una grande piazza antistante e biglietteria (non poteva mancare!).

Acquistato il biglietto, eccomi finalmente in spiaggia.

Centinaia di cinesi, stipati in piccole tende ad igloo semicircolari alte poco piu’ di un metro cercano riparo dal sole, qualche centinaio di metri oltre si vedono decine di tavolini e sedie con rispettivi ombrelloni altrettanto popolati.

Nella parte posteriore, in diverse costruzioni posticce, si vendono bibite e gelati e le solite buste di carne secca!

Sul bagnasciuga si alternano castelli di sabbia costruiti da grandi e piccini e persone che giocano facendo sfoggio di sabbiature estreme, prossime al soffocamento.

Il mare è come mi aspettavo, di un colore tra il verde scuro ed il marrone, con un fondale basso per decine di metri, e costipato di centinaia di cinesi con ciambelle giganti attorno alla vita, costumi con gonnellino per le signorine, gruppi di amici che si fotografano a vicenda, alcuni che pedalano allegramente su alte bici d’acqua o pedalò. Sul basso fondale la scena si ripete per metri.

In lontananza si può notare la barriera che hanno costruito per cercare di migliorare questo tratto di mare, una linea bianca appoggiata sul mare, che si estende per chilometri.

Devo ammettere che la voglia di bagnarmi, nonostante il caldo non mi è proprio venuta!

Dopo circa un’ora di osservazione, quasi intenerita ma sicuramente divertita da come venivano goffamente svolte le tipiche azioni che si compiono in spiaggia dalle nostre parti (tranne un’esposizione coraggiosa e sfacciata al sole, dato che nessuno era sdraiato a prendere apertamente il sole come siamo soliti vedere) decido che è venuto il momento di tornare in città.

Questa volta il primo bus in partenza, arrivava in centro Shanghai, e non a Xinzhuang, per l’esattezza Huaihai lu – Huangpi lu, e ci ha impiegato poco piu’ di due ore!

Un’ora di spiaggia, cinque ore e mezzo di viaggio. Non male eh?!?

 

 

zovirax pills

Leave a Comment