Una mezza maratona per Papà


 

Come molti di voi sanno Domenica 1 Dicembre 2013, si è svolta la consueta International Marathon di Shanghai, che quest’anno ha visto più di 35.000 partecipanti provenienti da molte parti del mondo.

Per me è la seconda edizione, l’hanno scorso ho preparato e condotto fino in fondo un gruppo di ragazzi che ha corso una mezza maratona per la prima volta, e tutti sono arrivati sani e salvi J

Questa edizione però per me ha un valore molto più alto, questa gara rappresenta per me una corsa molto diversa dalle solite. Corro da oltre 22 anni, ho corso in molti posti nel mondo ho disputato gare molto importanti come Campionati Mondiali di corsa campestre o Campionati Europei su pista, ho corso da amatore e da professionista, affrontando emozioni e difficolta enormi, ma Domenica ho corso col cuore, Domenica, per la prima volta in vita mia ho corso con una tattica insolita, ho corso per Papà, un’emozione indescrivibile e quasi surreale.

Purtroppo il 30 Ottobre, è venuto a mancare mio padre, aveva 66 anni e nessun problema cardiaco, ma un infarto in soli 7 minuti ha messo fine al suo viaggio qui con noi, per iniziarne uno nuovo in un posto diverso, evidentemente aveva svolto fin troppo bene i suoi compiti qui.

Ecco perché (come molti di voi hanno saputo) sono dovuto correre in Italia poche ore dopo l’arrivo della telefonata, che coincidenza della vita, 15 ore prima di partire per quella che sarebbe stata la mia gara dell’anno, tanto allenata, tanto sognata e attesa… L’Ironman 70.3 a Taiwan il 2 Novembre 2013., ecco perché, ho dovuto sospendere immediatamente l’organizzazione dell’evento “Treadmill Running Challenge” in programma il 16 Novembre.

Domenica 1 Dicembre, come in questi giorni a Shanghai l’aria era irrespirabile, ma nonostante questo e nonostante i 30 giorni di stop completo dagli allenamenti, ho corso ugualmente anche perché, nemmeno una tempesta mi avrebbe fermato dal partecipare a questa gara. L’ultima volta che mio padre mi ha visto correre è stato proprio qui a Shanghai in questa gara nella mezza del 2012 , sfidando la pioggia che si è abbattuta l’anno scorso e aspettando paziente il mio passaggio su Nanjing road con mi madre e successivamente mi hanno raggiunto allo stadio per accogliermi all’arrivo., Emozioni che non dimenticherò mai.

Domenica c’era il sole, e una temperatura ottimale, viste quelle dei giorni scorsi attorno ai 3-4 gradi.

La gara è andata molto bene ben oltre le aspettative sia fisiche che mentali, ho chiuso la mia prova in 1h:35’:36” finendo al 150 posto assoluto e primo degli italiani. Mi posso ritenere molto soddisfatto e orgoglioso. I km sono letteralmente volati uno dopo l’altro avendo quasi la sensazione che fosse piu corto il percorso, invece era pure più lungo di 600 m.

Un grazie a tutti quelli che mi hanno incitato sia moralmente che psicologicamente ad affrontare questa meravigliosa sfida, un grazie a chi mi è stato vicino per molti km durante la gara e un grazie alla mia famiglia che mi ha sostenuto sempre in questo cammino Chiara e Bianca.

Oltre a me erano presenti diversi Italiani che hanno portato in alto i nostri colori, come Salvo Carbone, mio compagno di viaggio, i saggi del gruppo Maurizio galante e Agostino Mariani, il tifo a bordo strada dell’insuperabile Tony D’Angiò che nonostante la sveglia micidiale delle 5am non se ne perde una, il nuovo gruppo delle ragazze del Puxi Run che seguo con i miei programmi e tutti gli altri a cui chiedo scusa ma al momento non mi vengono in mente.

Un ultimo plauso speciale ci tengo a farlo a Mirko Baggio che ha corso non la mezza ma tutta la maratona 42,197 m. riuscendo in questa bellissima impresa con una grande prestazione ed un grande risultato cronometrico di 3h:15’:14” finendo al 350 posto in classifica generale, direi ottimo considerando il numero dei partecipanti.

Vorrei ricordare che l’evento Treadmill Running Challenge a scopo benefico è stato posticipato e non annullato, quindi a breve pubblicheremo la data ufficiale con tutti i dettagli.

Un saluto a tutti e ovviamente

Ciao Papà

Andrea Rinaldi

 

Leave a Comment